Piazza Santa Croce magica e segreta

L’idea di Lorenzo il Magnifico era di allestire in piazza Santa Croce un luogo “magico” che riproducesse  il volto di una “Citta ideale”, così felicemente pensata dagli artisti del tardo Quattrocento

Piazza Santa Croce magica e segreta

Il 3 maggio 1863, tra suoni di campane e marce intonate da bande musicali, fu calato il telone per presentare ai cittadini l’imponente facciata della Basilica di Santa Croce, scrigno di tesori artistici e Pantheon fiorentino: degno compimento per rendere alla omonima piazza il valore e la maestosità per la quale era stata progettata.

L’idea di Lorenzo il Magnifico era di allestire in piazza Santa Croce un luogo “magico” che riproducesse  il volto di una Roma antica, la “Citta ideale”, così felicemente pensata dagli artisti del tardo Quattrocento. Con la morte del Magnifico decadde il progetto ma ancora oggi restano impressi, sulle facciate di quegli storici palazzi, i segreti simboli di un’epoca “aurea” che vide avvicendarsi nell’ampio piazzale cortei regali, giochi storici e tornei a cavallo spettacolari, la cui realizzazione fu in grado di stupire per l’originalità del loro ermetico messaggio.

La visita è itinerante e si svolgerà all’interno ed all’esterno di piazza Santa Croce. Ci soffermeremo sulla facciata della Basilica (con i suoi simboli alchemici) e sul campanile; parleremo dell’epoca medicea (cortei, tornei e  gioco del calcio in costume); andremo ad osservare i simboli alchemici presenti sulla facciata di Palazzo Cocchi Serristori e quelli su Palazzo dell’Antella. Infine la visita terminerà in piazza Peruzzi.

cell. +39.347-7068443 (dal lunedì al sabato 9-15)

oppure riempi  il form